Primo livello responsive

Cerca una news su un prodotto o su un brand

Scheda evidenza in home di sezione

Pane e sprechi, le nuove abitudini degli italiani

E’ il simbolo dell’alimentazione italiana ma, negli ultimi anni, il consumo di pane ha subito un progressivo rallentamento. I complici? La crisi economica ma non solo.

Il consumo di pane si è praticamente dimezzato nell’ultimo decennio, fermandosi ad un quantitativo di 90 grammi al giorno (circa due fette a testa a persona) e perdendo quindi “il privilegio della quotidianità”.

Il dato, in realtà, è positivo: quasi la metà degli italiani (il 46%), infatti, mangia il pane avanzato del giorno prima, mostrando una maggiore attenzione nel limitare gli sprechi alimentari (il 18% surgela il pane avanzato, il 12% lo grattugia, il 15% lo dà da mangiare agli animali) e non manca chi preferisce preparare il pane in casa (oltre 16 milioni di italiani).

Il taglio dei consumi ha certamente contribuito a questa svolta, ma anche l’aumento delle intolleranze alimentari, che hanno incrementato l´interesse per delle varianti salutistiche ad alto valore nutrizionale (a lunga lievitazione, senza grassi, con poco sale, integrale, a km 0), ad esempio pane biologico, prodotti senza glutine, pane a base di farro o kamut.

E tu? Quali sono le tue abitudini alimentari? TI riconosci in questa svolta? Condividi la tua esperienza con la Community!

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SUI TUOI BRAND PREFERITI, REGISTRATI O EFFETTUA IL LOGIN!

commento_nolog

Scrivi un commento

Non sei ancora registrato?
Registrati subito per partecipare ed accumulare punti!

Sei già registrato?
Login classica

Accedi con:
Twitter Facebook

bf_magazine_300x250

bf_magazine_300x600

placeholder_test